ECCESSO DI SEBO: COME RICONOSCERLO PER TRATTARLO AL MEGLIO

Articolo n°3/2019

ECCESSO DI SEBO: COME RICONOSCERLO PER TRATTARLO AL MEGLIO

 

L’eccesso di sebo è uno dei più frequenti inestetismi che colpisce i capelli e il cuoio capelluto delle persone, causando capelli grassi, unti, che necessitano di essere lavati quasi ogni giorno.
Saper riconoscere questo inestetismo è quindi indispensabile per consigliare e soddisfare al meglio i propri clienti.

Che cos’è il sebo e perché si forma?
Il sebo è il prodotto finale delle ghiandole sebacee. É costituito da materiale lipidico, detriti cellulari e residui di cheratina. Quando raggiunge la superficie, viene rilasciato a livello dell’ostio follicolare e si riversa sulla cute.
Le sue funzioni sono principalmente tre:

  • Batteriostatica: inibisce la proliferazione di batteri e funghi
  • Protettiva: impedisce la disidratazione della cute
  • Lubrificante: mantiene un ottimale film idro-lipidico sullo strato corneo e dei capelli.

Quindi, normalmente, il sebo ha una funzione essenziale nella fisiologia del cuoio capelluto, ma cosa succede quando se ne produce troppo?
Un’incontrollata secrezione di sebo, determina il fenomeno della “seborrea”: la cute diventa eccessivamente unta e grassa, provocando spesso irritazione e prurito. Talvolta, il sebo ristagna nel follicolo pilifero, dando origine ai cosidetti “tappi sebacei”, che asfissiano il bulbo e provocano una precoce caduta di capelli.

Come si riconosce il sebo?
Un controllo approssimativo consiste in un semplice esame tattile eseguito dall’operatore: i capelli appariranno unti alla radice e pesanti, talvolta accompagnati da un odore caratteristico, sintomo di seborrea. Ovviamente da questa ispezione non si potranno evincere dettagli quali la composizione, la densità o la reale distribuzione del sebo.

Ma se vogliamo compiere un esame più approfondito?
In questo caso dovremo utilizzare MICROCAMERA® ed una ottica di ingrandimento per il cuoio capelluto: tramite un click si potrà apprezzare la quantità di sebo prodotta, far osservare al cliente l’immagine e trovare il trattamento più idoneo per quell’inestetismo.

Basti pensare che anche il celebre Hair Stylist Federico Lauri utilizza MICROCAMERA®. In una puntata del programma tv “il salone delle meraviglie”, Federico effettua un’analisi sul cuoio capelluto di Jill Cooper, rilevando eccesso di sebo e tappi sebacei, che appesantiscono i capelli. L’Hair Stylist prontamente consiglia un trattamento che la famosa personal trainer accetta benvolentieri.

Federico Lauri MICROCAMERA

Ecco come appare alla MICROCAMERA® il sebo prodotto in eccesso:

Seborrea cerosaQuesta immagine mostra un cuoio capelluto ingrandito di duecento volte. A livello dell’ostio follicolare (punto di sbocco del follicolo), si nota un eccesso di sebo denso e grigiastro, che avvolge e soffoca il capello. In questo caso parliamo di seborrea cerosa, in quanto il sebo, di consistenza densa, è accumulato nell’ostio mentre risparmia il cuoio capelluto che appare, invece, normalmente idratato.
Questa tipologia di sebo tende a formare veri e propri tappi sebacei che asfissiano e accelerano la caduta dei capelli in crescita.

Seborrea oleosaQuesta immagine riporta invece un caso di seborrea oleosa: il sebo, di consistenza liquida e dall’aspetto trasparente, si diffonde dal follicolo a tutto il cuoio capelluto, che appare quindi unto e bagnato.
Le persone che hanno questo tipo di inestetismo lamentano generalmente capelli che si sporcano facilmente, perché il sebo si diffonde anche sulla lunghezza del capello.

Come si tratta il sebo?
Innanzitutto è utile comprendere quale tipologia di sebo (ceroso o oleoso) affligga il cliente.
Con la presenza di seborrea cerosa, è utile trattare il cuoio capelluto con un peeling, pre-shampoo o oli essenziali, che aiutino nella lisi del grasso accumulato. Si può poi procedere con uno shampoo lenitivo o sebo-equilibrante. Generalmente chi soffre di questo genere di disturbo, presenta capelli secchi che possono essere trattati con balsami o maschere nutrienti.
In caso di seborrea oleosa si possono utilizzare lozioni pre-shampoo o oli essenziali, shampoo lenitivi o sebo-equilibranti, balsami idratanti ma non nutrienti, che vadano ad alleggerire la chioma.

Dopo aver effettuato il trattamento in salone, si può verificare con MICROCAMERA® lo stato di benessere raggiunto dal cuoio capelluto ed incentivare il cliente a compiere i trattamenti anche a casa. Il beneficio è immediato: la persona avvertirà una cute più pulita con capelli più forti e leggeri, che si mantengono puliti più a lungo.

Dott.ssa Sara Benedetti
Biologa

Lascia un commento